muoversi

AGROPOLI (SA)
8.9.10.11 settembre
MUOVERSI NEL PAESAGGIO SONORO
2016

incontro tematico tra
operatori / sound artist / danzatori /persone interessate al tema del
PAESAGGIO SONORO

paesaggiosonoro.it >>
ABSTRACT

Venerdì 9 settembre ore 11.00

PALAZZO CIVICO DELLE ARTI
via Pisacane - Agropoli 

Elena Biserna / Moving (in) Sound. Il progetto di ricerca Audio Mobility

Una presentazione del programma di ricerca iniziato da Locus Sonus a gennaio 2014 per esplorare le relazioni fra mobilità e (nuove) forme di ascolto e produzione sonora. A partire da un approccio fortemente interdisciplinare e da un’interazione fra pratica e teoria, il programma si è articolato in residenze per artisti e teorici, un simposio, una pubblicazione (http://wi.mobilities.ca/category/2015-vol-9-no-2-locus-sonus/) e un evento di 4 giorni che ha presentato 15 progetti di artisti internazionali, per la maggior parte prodotti in situ fra Aix-en-Provence e Marsiglia attraverso residenze e workshop (http://maf.locusonus.org/).

Sabato 10 settembre ore 9.30

LUOGO
indirizzo Agropoli

Elena Biserna / Passi e risonanze. Leggere e riscrivere lo spazio camminando

Questo paper fa parte di un progetto di ricerca più ampio – Walking, Listening, Soundmaking. Expanding sounds’ contexts and practices – incentrato sulle pratiche sonore peripatetiche nello spazio urbano. Considerando il cammino come un atto che permette di stabilire un rapporto dialettico con il quotidiano e con la mobilità della città stessa, il progetto si propone di esplorare l'espansione della musica e della sound art in questi ambiti e di indagare come gli artisti, a partire dagli anni 60, abbiano investito lo spazio urbano nei suoi valori fisici, estetici, storici, politici, sociali o immaginari attraverso forme itineranti di ascolto e produzione sonora.
In questa occasione, mi concentrerò su una modalità “base” di soundmaking itinerante – il passo – e su una serie di progetti di artisti come Dennis Oppenheim, Lawrence Abu Hamdam, katrinem, Jessica Thompson. A partire da un’analisi della letteratura interdisciplinare sul cammino in città, considero il passo come il contatto fisico fondamentale con l'ambiente mentre camminiamo e come un indice che segnala la nostra presenza nell’ambiente “attivandolo”; un evento uditivo primario che ci permette di “leggere e riscrivere” (Augoyard 1979) i paesaggi sonori urbani, di esplorare e percepire, ma anche rimodellare, gli spazi acustici, stabilendo una relazione reciproca con il contesto uditivo in cui ci muoviamo..



BACK