patrimoni

MERCATO SARACENO (FC)
5.6.7 maggio
PATRIMONI SONORI ITALIANI
negli archivi, nelle fonoteche, nelle mappe

2017

convegno nazionale sul PAESAGGIO SONORO
indirizzato a
operatori / studiosi / sound artist


t
   
paesaggiosonoro.it >>
ABSTRACT

Sabato 6 maggio ore 10.30

RAD'ART
San Romano - Mercato Saraceno 

Sara Maino e Davide Ondertoller (Portobeseno)

AAR - Ascolto Archivio Racconto

Dal 2005 Portobeseno promuove e realizza attività di ricerca e di raccolta di informazioni sonore e di memorie orali, in grado di rappresentare e raccontare, seppur parzialmente, un territorio.
L’attività, iniziata in Trentino, ha sviluppato e perfezionato un metodo che trae spunto da un approccio ecologico acustico, basato sulla capacità di ascolto e di “osservazione partecipante”, che incrocia quello etnografico.
Si tratta di una sensibilità e di una passione che attecchisce in ogni luogo, perché il presupposto dell’indagine è la necessità di custodire, conservare e rilanciare il patrimonio di suoni e di racconti che identificano una Comunità. Pertanto, Portobeseno ha svolto laboratori “etno-sonori” in tutta Italia, coinvolgendo molte generazioni, associazioni, enti e istituti scolastici, avendo come destinatari alunni e alunne di varie scuole di ogni ordine e grado, giovani, anziani; azioni che hanno dato luce ad archivi di vario genere.
Da questo impulso, configurato in un programma strutturato e coerente, nasce una ricerca anche nel modo di conservare -archiviandoli- i dati raccolti. Da qui, uno studio dei metodi e delle possibilità di condivisione offerte dalla tecnologia e dal web, con tentativi, evoluzioni e trasformazioni delle mappe e degli archivi on line (da Google a Meipi a Umap), che approdano e ambiscono a una finalità ben precisa: restituire alla comunità, locale e allargata del web, il patrimonio raccolto; metterlo a disposizione di tutti, anche su piattaforme libere, per scopi culturali, sociali, artistici; contribuire -mantenendo viva la linfa e la memoria di un territorio- al suo rinnovamento; offrire nuovi strumenti di lettura e di rappresentazione, anche immaginativa, di una cultura.
Portobeseno è curato da Davide Ondertoller e Sara Maino.

BACK